Archivi categoria: cultura

Mostra espositiva: “Taranto Expo 2015: vigne e vini in riva allo Jonio”

Il Liceo Aristosseno di Taranto, con il patrocinio del Comune di Taranto – Assessorato Pubblica Istruzione, Università, Cultura, Beni Culturali, Spettacolo e il Delegato al Turismo e Marketing – in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Puglia, con l’Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia, con la Soc. Coop. MUSEION, nonché con alcune delle principali aziende vinicole del territorio jonico, ha organizzato nella giornata di marte 9 giugno p.v. alle ore 10,30, presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Taranto Expo 2015: vigne e vini in riva allo Jonio”.

La conferenza stampa sarà l’occasione per presentare alla comunità tarantina jonica il progetto, che si inserisce a pieno titolo nel più ampio percorso socio-economico e culturale che caratterizza l’EXPO Milano

2015.

Gli organizzatori della conferenza si soffermeranno sulla struttura espositiva della mostra che si svolgerà nei locali della Galleria Comunale del Castello Aragonese, dal 13 al 25 giugno pp.vv.

In particolare, nella prima sala della Galleria sarà ricostruito un Simposio magno greco, arricchito da riproduzioni in terracotta di oggetti che venivano usati nelle libagioni del “bere insieme”. Sui muri saranno collocati diversi pannelli espositivi provenienti dalla mostra temporanea allestita nel 2010 presso il Chiostro di S. Chiara, dal titolo: “La vigna di Dioniso” curata dall’ Istituto per la Storia e l’Archeologia della Magna Grecia. La sala sarà, altresì, allestita per ospitare la proiezione di materiale multimediale relativo al tema della mostra.

Nella seconda sala, a cura delle aziende partecipanti, saranno allestiti punti di esposizione e di informazione sui propri vini e vitigni. Sarà fornita ogni utile indicazione sui prodotti, orientando l’utenza interessata a visitare direttamente i luoghi della produzione. Gli studenti del Liceo, attraverso le loro competenze linguistiche, potranno offrire utili indicazioni in proposito nelle principali lingue europee.

L’apertura della mostra avverrà sia in orario antimeridiano nelle giornate feriali (ore 9,00-13,00) – a cura del personale preposto all’Ufficio d’Informazione Turistica nella Galleria Comunale di P.zza Castello – sia in orario pomeridiano (ore 18,00-21,00), a cura degli studenti del Liceo “Aristosseno” e dei loro docenti tutor.

Nella giornata di sabato 13 giugno p.v., alle ore 18,30, è stata programmata l’inaugurazione della mostra alla presenza delle Autorità e dei rappresentanti di Enti, Istituzioni, Imprese e Associazioni.

La chiusura della mostra è prevista nella giornata di giovedì 25 giugno p.v.

 

La mostra: Taranto Expo 2015: vigne e vini in riva allo Jonio vuole essere una preziosa opportunità per consolidare il binomio cultura-economia nel nostro territorio, divulgando, con evidenze storico- archeologiche, che il vino – nato in riva allo Jonio in epoca Magno Greca – ha costituito e costituisce tutt’oggi una straordinaria esperienza di storia, cultura, usi, costumi e tradizioni.

 

La S.V. è invitata.

 

 

 

 

f.to                   IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Salvatore MARZO

Il progetto della Fondazione Taranto di celebrare il bicentenario della morte di Paisiello

Il Presidente della Fondazione Taranto Avv. Vincenzo Gigante è in prima linea per organizzare come evento del 2016, il bicentenario della morte di Paisiello nella Città di Taranto con impegno per tutto l’anno.

Come era prevedibile, ha suscitato notevole attenzione sia tra i Cittadini che tra le Associazioni. La prima riunione che si è tenuta nei locali dell’arco Paisiello ha visto la partecipazione di numerose personalità che già si sono cimentate nell’organizzazione di eventi aventi lo scopo di valorizzare le opere di Paisiello e di farle conoscere. In tale ottica notevole è stata la relazione di Paolo Ruta, organizzatore ogni anno del Festival di Paisiello, il quale si è subito dichiarato disponibile a fare parte del costituendo comitato organizzatore,  portando come dote, non solo l’esperienza di ben 12 festival precedenti, ma anche numerosissime conoscenze nell’ambito artistico specifico. Vi è stata poi la relazione dell’Avv. Enzo Gigante, il quale ha indicato le linee fondamentali sulle quali costruire il famoso “Anno Paisiello 2016”; in modo particolare ha indicato le quattro sezioni sulle quali il Comitato provvisoriamente costituito dovrà impegnarsi: quella prettamente musicale con la ricerca di Orchestre ed Artisti, ed è stato assegnato l’incarico di Direttore Artistico al Maestro Lorenzo Mattei; l’altra sezione, quella destinata al coinvolgimento delle Agenzie Turistiche e Culturali, con incarico provvisorio a Stefania Bellanova; la terza sezione della Ricerca di finanziamenti Regionali, Nazionali ed Internazionali agli Avv.ti Rocca Suma e Lara Polidori; la quarta sezione dovrà riguardare i rapporti con le Istituzioni specifiche in materia di Cultura, Spettacoli e Turismo, e l’incarico è stato solo momentaneamente assegnato allo stesso Avv. Gigante.

Hanno aderito al progetto la Fondazione Festival di Paisiello, Taranto Turismo, l’Unione Cattolica Artisti Italiana, l’Associazione Nobilissime Città, il Mac, l’Istituto Santapollonia, Alfredo Conti 2006. Il Comitato provvisorio ha stabilito che nella prossima riunione saranno ancora più specificatamente assegnati gli incarichi; pertanto invita tutti coloro che dovessero essere interessati a prendere contatti con la Fondazione Taranto oppure inviare una mail all’indirizzo gigantealessandro@libero.it.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Taranto, Vincenza Vozza, ha giustificato la propria assenza per impegni precedentemente assunti. La prossima riunione è prevista subito dopo Pasqua.

QUI IN ALLEGATO IL RELATIVO COMUNICATO STAMPA

Comunicato Stampa paisiello

“FONDAZIONE” DEL POLO UNIVERSITARIO JONICO

I nostri giovani devono essere messi nelle condizioni di perseguire, con passione e determinazione. un progetto professionale che dia modo di valorizzare la loro intelligenza, la loro creatività, le loro competenze.

In tale ottica la Scuola, l’Università e la Ricerca a Taranto dovranno svolgere un ruolo sempre più incisivo e strategico: la società della conoscenza è, infatti, la vera chiave dello sviluppo dell’area jonica.

Negli ultimi 20 anni, con appositi accordi di programma, sono state messe a disposizione ingenti risorse infrastrutturali, organizzative e finanziarie che hanno consentito di delineare il sistema dell’Università di Taranto attraverso il Dipartimento jonico e i Corsi di laurea dell’Università di Bari, il Centro interdipartimentale del Politecnico di Bari, l’Istituto di Studi musicali “G.Paisiello” di Taranto, i Corsi decentrati della Lumsa, il CNR- ex Talassografico.

Tuttavia, questo percorso non si è ancora consolidato ed oggi conosce nuove minacce.

Negli ultimi anni sono stati cancellati dei Corsi di Laurea caratterizzanti la realtà Jonica, come Scienze della Maricoltura, Scienze e tecnologia della moda e la magistrale di Ingegneria dell’informazione.

In questi ultimi tempi, sono a rischio di chiusura il Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali per il Turismo (per consolidare –tanto per cambiare- la sede di Bari) e l’Istituto di Studi Musicali “G. Paisiello, che invece di essere statizzato, viene dimenticato .

Due notizie infauste per Taranto e la terra Jonica, che mortificano la stessa identità storico-culturale della nostra comunità.

Per questo motivo, la Confederazione delle Associazioni “Teichos” sostiene quanti vorranno rivolgere un appello al Governo e al Parlamento affinché si assumano impegni e si offrano soluzioni alle paventate “dismissioni culturali” nel nostro territorio, già fin troppo sofferente.

Certo non è solo il Governo e il Parlamento che devono dare risposte.

Spetta  anche alla Regione Puglia impegnarsi a sostegno del sistema universitario jonico.

Ma, soprattutto, spetta all’intera comunità sociale, economica ed imprenditoriale, d’intesa con Provincia, il Comune di Taranto e tutti i Municipi di Terra Jonica sottoscrivere un Patto per l’istruzione e la ricerca in terra jonica che, attraverso una Fondazione di Comunità, ci renda autonomi nella gestione del nostro progetto di formazione (a cominciare dal Polo Jonico che non può essere considerato sede decentrata dell’Università di Bari e del Politecnico di Bari).

Un patto per il futuro delle nuove generazioni di Terra Jonica che tutti noi abbiamo il dovere e di assicurare che di finanziare nonché “sfruttare” per il bene dello sviluppo territoriale.

master in progettazione di oil & gas

L’eni in collaborazione con l’università di bologna ha istituito un master dedicato alla progettazione di impianti.. attenzione mancano ancora pochi giorni all chiusura dello stesso che avverrà l’8 maggio .

Il Master “Progettazione di Impianti Oil & Gas” intende fornire a giovani neolaureati in Ingegneria una formazione altamente qualificata e specializzata attraverso una solida preparazione tecnico-gestionale e concrete esperienze di training on the job da svolgere presso eni e&p e tecnomare

qui il bando completo :

http://www.eni.com/it_IT/attachments/lavora-con-noi/progetti/Progettazione-Impianti-Oil-Gas-sesta-Edizione.pdf

riapre l’ auditorium TARENTUM

Una buona notizia per la Taranto.

Finalmente il 5 Maggio alle 20,30 con una ricca serata inaugurale , riapre l’ Auditorium Tarentum a seguito di un grave incendio nel 1996.

La struttura ha 344 posti a sedere diversamente distribuiti tra platea e galleria e un nuovo impianto audio-video adatto pure alla trasmissione cinematografica

Un luogo che sicuramente sarà perno di aggregazione culturale, ludico e di aggregazione.

A chi lo gestirà e al suo direttore artistico, prof. Riccardo Rossano, i nostro migliore in bocca al lupo!

www.auditoriumtarentum.it